Acqua unisce Matera e Bordeaux

“Matera – Bordeaux. Patrimoni sul filo dell’acqua”. Si chiama così il progetto di gemellaggio tra Italia e Francia, che vede protagonista il nostro I.C. Pascoli che avrà inizio  lunedì 8 aprile, con la classe III F che partirà alla scoperta della cittadina francese, dove si fermerà cinque giorni, per conoscerne i luoghi più suggestivi e i modi di vivere.
Filo conduttore del progetto, l’acqua: protagonisti i cinque fiumi della Basilicata, con quell’acqua che nella vita e nella storia della nostra Basilicata ha avuto un ruolo fondamentale, e il fiume francese Garonne, che da sempre caratterizza economia e storia della città di Bordeaux.
A coordinare il progetto, cui partecipano, con la Pascoli, il Collège Point de la Maye di Bordeaux e l’I.C. “Rocco Scotellaro” di Tricarico, ci sono due docenti di francese in Italia, la “nostra” Flavia Ruscigno e, da Tricarico, la professoressa Maria Rosaria Maggio, e madame Laure Michel, che insegna invece italiano nella scuola francese.
Obiettivo del progetto è mettere in contatto studenti italiani e francesi, condividendo conoscenze sul proprio patrimonio culturale. Il gemellaggio tra Matera e Bordeaux è particolarmente indovinato, visto che entrambe le città sono Patrimonio Unesco, Matera dal 1993, Bordeaux dal 2007.
Il progetto, partito a settembre, è stato articolato a tappe; a collaborare con i tre coordinatori sono stati, per la nostra scuola, i docenti Angela Festa, Francesco Paolicelli e Palmarosa Valente; per la scuola francese, il professor Dario Cazzorla.
Seguiti dai loro insegnanti, i ragazzi hanno potuto scoprire l’importanza del riconoscimento del proprio territorio come patrimonio mondiale. Hanno inoltre scoperto le città “gemelle” attraverso dei tour virtuali, compiuti attraverso fotografie, video, interviste e testi, ognuno dei quali corredato da un gioco. Ognuna delle scuole partecipanti ha realizzato tutti questi materiali, per mostrarli ai partner delle altre scuole, utilizzando la piattaforma eTwinning.
In seguito i ragazzi hanno registrato le proprie voci in maniera chiara, scandita, così da creare un modello audio che i corrispondenti potessero utilizzare per riprodurre la lettura dei vari documenti con la giusta pronuncia.
Il digitale dunque l’ha fatta da padrone, sia in questa fase che in quella immediatamente successiva, ossia la realizzazione di un e-book nel quale, tra tante applicazioni, ci saranno anche cartine dinamiche con audio e giochi di abbinamento sul genere del memory.
Ora, i nostri alunni di III F sono pronti a partire: lunedì prenderanno il volo, per rientrare in Italia venerdì 12.
La presentazione del lavoro finale avverrà il giorno 10 presso il College Pont de la Maye e saranno presenti i due presidi francesi, quello del Collège stesso e quello di un’altra scuola, il Collége Pablo Neruda, che ha collaborato al progetto, e il preside Ventrelli del nostro IC che accompagnerà i ragazzi italiani insieme alle docenti Ruscigno, Valente e Festa.
Ci sarà anche, nel pomeriggio, una caccia al tesoro nel centro storico di Bordeaux, cui parteciperanno anche le famiglie dei ragazzi francesi e i commercianti della zona, Place Saint-Michel.
Matera e Bordeaux sono state punti di incontro e di comunicazione fra le culture di mondi diversi; per questo, lo scambio culturale tra gli alunni, così come l’incontro ormai prossimo, sarà occasione non solo di comunicare nelle due lingue e quindi potenziarne la conoscenza, ma anche di far entrare in contatto due patrimoni diversi, con i loro bagagli di cultura, arte, architettura, natura.
E le emozioni, come sempre alla Pascoli, non mancheranno.

g.t.